Come creare la giusta copertina per il tuo libro

Ciao! Auto-pubblicarsi non è per niente uno scherzo e ricevere qualche consiglio in più non guasta mai. Qui di seguito troverai un elenco di suggerimenti utili soprattutto se in questo momento stai impazzendo dietro la creazione della tua copertina dei sogni. Spero di esserti utile e buona fortuna!

  1. Segui l’istinto. Hai scritto tu il libro, conosci ogni sillaba che contiene, nessuno meglio di te potrà creare la copertina perfetta. E con questo non intendo dire che devi essere tu il grafico! Lo sconsiglio in assoluto, a meno che tu non lo faccia di mestiere o non sia un mago della grafica. Se hai solo pochi soldini da spendere, usali per pagare un grafico e un editor. Tutto il resto può essere fatto senza mettere mano al portafoglio. Più o meno. Ho la consapevolezza che esista il detto “l’abito non fa il monaco”, ma so anche che non sempre è vero nel mondo dell’editoria. Secondo il mio modesto parere “la copertina fa il libro”. Soprattutto se sei un autore sconosciuto. Gli scrittori famosi si possono permettere anche di avere solamente una copertina con sfondo nero, titolo e il loro nome stampati sopra, ma un autore emergente, a maggior ragione se auto-pubblicato, non se lo può permettere. Ma torniamo a noi: qual è la prima visione che ti viene in mente se provi a immaginare il tuo libro sugli scaffali di una libreria o in mano a un ipotetico lettore o nella lista degli ebook disponibili in un noto store online? Hai l’immagine bene in mente? Se sì, prendi carta e penna e fai uno scarabocchio. Non importa se non sai disegnare, non è quello lo scopo di questo esercizio. Hai lo schizzo di un’eventuale copertina davanti a te? Bene, ora ci devi lavorare su…

 

  1. Punta ad avere una copertina semplice. “Il troppo a volte stroppia” o “less is more”, se si vuole fare gli anglosassoni. Insomma, la semplicità è da preferirsi a fronzoli inutili. L’ho capito facendo un paio di tentativi con la mia copertina. All’inizio avevo avuto l’idea di avere quattro personaggi insieme a Emily, la protagonista del mio libro, nella parte superiore sotto al mio nome. Volevo che sembrasse il poster di un film (tipo Signore degli Anelli, per capirsi). Un disastro. Sarebbe stata troppo affollata e così ho scelto di avere solo Emily (per fortuna che sono rinsavita!). Non cercare di raccontare tutto il tuo libro sulla copertina. Prima di tutto perché è quasi impossibile riuscire a farlo, ma poi, perché togliere l’elemento sorpresa a un ipotetico lettore? Detto questo, mi raccomando non esagerare con la semplicità o darai l’idea che non hai avuto voglia di perdere tempo a pensare a qualcosa di meglio e avrai l’effetto opposto…Non ho mai detto che sarebbe stato facile! Trovare un equilibrio richiede tempo, purtroppo.

 

  1. Cerca di creare una copertina d’effetto. Facile a dirsi, ma a farsi… Innanzitutto ricordati sempre che sei tu che hai scritto il libro (sembra ovvio, ma succede spesso di scordarselo, soprattutto se sei al primo libro). Tutto è a gusto tuo e ti rappresenta, è la proiezione della persona che sei. Anche la copertina dovrà esserlo. Quali sono le copertine che ti colpiscono di solito? Come sono fatte? Quali ti hanno emozionato? Che elementi hanno? Vai su Google e inserisci le parole “book cover” (puoi anche aggiungere il genere del tuo libro tipo “fantasy book cover”). Vai su immagini. Salva le copertine che ti piacciono. È ovvio che non ti sto suggerendo di copiare la copertina di un altro, ma di capire fino in fondo cosa riesce a cogliere la tua più completa attenzione e cosa invece non ti piace o addirittura ti infastidisce. Anche questo ti aiuterà molto. Tieni a mente come ti piace che sia scritto il titolo e il tuo nome e chiedi al grafico di renderli più leggibili possibile. A volte font particolari, anche se belli su Word, possono rivelarsi controproducenti se impediscono a un lettore di leggere bene le informazioni importanti come titolo e nome autore.

 

  1. Rimani in linea con il genere del libro. Sembra scontato, ma non lo è. Se hai scritto un saggio non mi puoi scegliere l’immagine di un drago che vola da disegnare sulla copertina, anche se, tra un discorso filosofico e l’altro, tu fossi arrivato a nominare questa creatura fantastica nel tuo libro di saggistica. Una copertina del genere darebbe subito l’idea di un libro fantasy e irriterebbe un ipotetico lettore che era in cerca di qualcosa di diverso.

 

  1. Cerca un grafico. Io ho trovato il mio tramite un sito di professionisti freelance (upwork.com). È molto semplice usarlo, ma devi avere delle conoscenze base della lingua inglese. Comunque sia puoi tranquillamente usare altri siti, anche italiani. Inserisci su Google “grafici freelance” e vedrai che troverai un sito che fa per te. Devi pubblicare quale figura professionale ti serve (in questo caso un grafico) ed essere più specifico possibile. Quanto vuoi spendere? Che tipo di copertina vuoi (creata con il photoshop, per esempio)? Su Upwork io ho inserito il genere del libro e la spesa massima che ero disposta a pagare. Così coloro che non erano d’accordo con il prezzo o semplicemente non si occupavano di creare copertine per libri fantasy, non mi hanno contattata per richiedere di lavorare per me. Risparmierai il tuo tempo in questo modo.

 

  1. Scegli il grafico giusto per te. Ci sono tantissimi grafici bravi sul web e non è facile scegliere. Ti verranno mille dubbi. Alcuni di loro poi chiederanno cifre astronomiche, ma per fortuna ci sono anche alcuni grafici disposti a fare un ottimo lavoro per molto meno (€ 100/150 in totale). Non ti arrendere, è fattibile. Io ho creato una sorta di gara tra due grafici. Mi avevano colpito i lavori di entrambi, ma non riuscivo a scegliere così ho generato un file Word con immagini prese da internet e ho creato la copertina che avevo in mente, chiedendo ai grafici di farmi uno schizzo seguendo le mie indicazioni. Non deve essere un capolavoro! Il mio faceva ridere i polli, ma rendeva l’idea di ciò che volevo. In questo modo sono stata aiutata nella scelta. Ivan, il mio grafico, ha capito subito l’atmosfera da ricreare sulla copertina, ha usato il font giusto, i colori pertinenti alla storia (ti consiglio di raccontare brevemente al grafico di cosa parla il tuo libro, lo aiuterai molto) e ha inserito i dettagli che gli avevo elencato in un modo eccellente, al di là di ogni mia aspettativa. Se invece non hai idea di cosa vorresti sulla tua copertina, ti suggerisco di far leggere il tuo libro a 5/6 persone per poi chiedere come se la immaginerebbero. Vedrai che ti saranno di grande aiuto. Tieni a mente che il grafico non dovrà solo essere bravo nel suo lavoro. Se ha conoscenze del mondo del self-publishing la tua vita sarà molto meno complicata…Ti faccio un esempio. Amazon vuole le dimensioni della copertina in un modo, l’agenzia ISBN in un altro ecc… Per non parlare se avrai sia la versione cartacea che ebook del tuo libro.

 

  1. Segui passo dopo passo la creazione della copertina. Non avere paura di chiedere al tuo grafico di cambiare dei dettagli. Il libro è il tuo, metterai il tuo nome sulla copertina (a meno che tu non opta per uno pseudonimo), la tua faccia sul retro e la tua reputazione a rischio quindi, anche se i tuoi dubbi o manie di perfezione ti sembreranno assurdi, pazienza, il tuo grafico lavora per te e sarà ben felice di avere un cliente soddisfatto (anche perché, almeno su Upwork, avrai la possibilità di recensire il suo lavoro).

 

Mi sono scordata qualcosa? Lasciami pure un commento, grazie!

zazeli80

Nome: Elisa Occupazione: mamma, scrittrice e traduttrice Dove vivo: in Germania Cosa sto guardando in TV ultimamente: Santa Clarita Diet, Lost in Space, Grey's Anatomy, This is us, Agents of Shield, Suits Cosa sto leggendo: Darkest Minds di Alexandra Bracken Cibo preferito: tutto, in particolare gelato, cioccolata, pasta, pizza, verdure, patatine, hamburger pieni di salse e i tortelli maremmani Odio: le bugie, le persone disoneste, le spine dei pesci, il freddo, il vento, gli animali che strisciano e le persone che urlano Amo: il mare, il caldo, le persone solari e positive, la mia famiglia, i miei amici, i cani, i giochi in scatola e i prodotti di cartoleria Name: Elisa Occupation: mum, writer and translator Where I live: in Germany What I'm watching: Santa Clarita Diet, Lost in Space, Grey's Anatomy, This is us, Agents of Shield, Suits What I'm reading: Darkest Minds by Alexandra Bracken Favourite Food: Everything especially ice-cream, chocolate, pasta, pizza, vegetables, fries, hamburgers filled with sauces and tortelli maremmani I hate: lies, dishonest people, fish bones, the cold, the wind, animals that crawl and people that shout I love: the sea, the heat, cheerful and positive people, my family, my friends, dogs, board games and stationary

Lascia un commento

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: